domenica 11 maggio 2014

UN AUTOREVOLE APPELLO INTERNAZIONALE CONTRO I TEST OCSE-PISA

SI PUO' LEGGERLO QUI, OPPURE QUI
E SI PUO' ADERIRE QUI

1 commento:

Lea Reverberi ha detto...

Caro Israel,
condivido da tempo le sue battaglie. Mi chiedo se lei possa concordare con me su un punto e, magari, farne una battaglia: la meritocrazia è il baluardo dietro il quale si cela tutta l'arretratezza culturale dell'Italia, dell'Europa e di gran parte di quello che ama definirsi mondo evoluto. Si sprecano senza risparmio risorse finanziarie ed umane per proporre test, statistiche, quiz di ogni natura. Eppure le graduatorie degli insegnanti continuano a stilarsi secondo antichi criteri che con l'insegnamento e il merito hanno veramente poco a che vedere. Si invoca l'onnipotenza per i dirigenti ma nulla si chiede di titoli ed esperienze dei candidati all'insegnamento. Si premia, se non ricordo male, la continuità didattica il doppio di quanto si valuti, ad esempio, un dottorato di ricerca.
Per farla breve: perché non ripensare all'intera impostazione delle graduatorie (di istituto, per accedere al ruolo, introducendo indicatori più adatti al mestiere (o all'arte) dell'insegnamento?
Ci vuole pensare?
Cordialmente,
Lea Reverberi